LO SCOIATTOLO ROSSO

LO SCOIATTOLO ROSSO

Lo scoiattolo rosso europeo sta rischiando l’estinzione a causa dell’importazione e inserimento in natura nel dopoguerra dello scoiattolo grigio americano.

Quest’ultimo si sta sostituendo al nostro in quanto è più aggressivo e prepotente con i suoi simili, depredando le scorte dello scoiattolo rosso e essendo più grosso di corporatura, ha la meglio nei conflitti.
Lo scoiattolo grigio inoltre non teme l’uomo, accetta tutto ciò che gli viene offerto come cibo e si nutre prevalentemente di ghiande, presenti sempre in grandi quantità, frutto che invece lo scoiattolo rosso fatica a digerire, preferendo semi, nocciole, noci, gemme particolari, più difficili da reperire.
Quello di Monza resta uno dei pochi parchi europei ad ospitare e proteggere lo scoiattolo rosso (autoctono). Grazie alla collaborazione del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza è stata installata una struttura per l’osservazione degli scoiattoli. L’osservatorio, composto da alcune mangiatoie, trampolini e cassette nido ha lo scopo di attirarli per il controllo della riproduzione della specie e aiutarlo a superare i periodi di carenza di cibo.
Non tutti sanno che lo scoiattolo in inverno non va in letargo, si limita a dormire maggiormente e uscire solo nelle ore meno fredde, se vogliamo evitare l’estinzione del nostro piccolo amico ricordiamoci ogni tanto di portare al parco noci e nocciole.

Leave a Reply

Your email address will not be published.