GERMANO

GERMANO

So che sembra assurdo, forse l’amore per gli animali ci porta ad essere più attenti…le situazioni che ci sono capitate non sono accadute per caso…Una sera tornavo con la mia famiglia dal cinema all’aperto del parco in bicicletta. Passando accanto ad un’abitazione, con la coda dell’occhio percepisco un movimento “strano”, mi volto d’istinto e vedo un gatto eseguire uno “scatto” tipico dei felini a danno di un…germano reale!!!!!! In una frazione di secondo ho pensato: 1° cosa ci facesse li, 2° come mai non tentasse di volare via, essendo un uccello migratorio a differenza dell’anatra domestica…. qualcosa non andava in quel volatile.
Inchiodando la bici, mi sono precipitata ad allontanare il gatto e, osservando bene la vittima, mi sono accorta che aveva difficoltà a reggersi sulle zampe.. non ho avuto indecisioni, l’ho caricata nel cestino della bici e, avendo un giardino sicuro e ben recintato, l’ho portata a casa.
Il giorno seguente, non notando miglioramenti, l’ho portata all’Enpa. Da un primo controllo veterinario è emerso che la difficoltà motoria era provocata da un colpo all’osso del collo….la sua ipotesi era che probabilmente, spaventata dai rumori e suoni alti della proiezione del film, si è alzata in volo ma, essendo sera non è riuscita ad orientarsi sbattendo contro un lampione e “atterrando” malamente al suolo”. E’ stata immediatamente segnalata e successivamente trasferita all’oasi di Vanzago, luogo di recupero della fauna selvatica autoctona, dove è stata curata e introdotta nel loro laghetto, al sicuro da predatori.