TARTARUGA DI TERRA

TARTARUGA DI TERRA

La Testudo hermanni e’ la tartaruga di terra piu’ diffusa come animale domestico non convenzionale in tutta Europa. La macchia mediterranea, boschi di querce e di lecci, sono gli ambienti in cui questa tartaruga vive naturalmente. Possiamo trovarla libera tanto in zone collinari e di bassa montagna che in zone costiere.

ALIMENTAZIONE

Queste tartarughe  sono animali erbivori che si nutrono essenzialmente di erbe di campo. L’alimentazione ideale è rappresentata da diversi tipi di erbe in modo tale da variare il più possibile la dieta. Le verdure che hanno un miglior rapporto calcio/fosforo sono tarassaco, trifoglio, indivia, radicchio, cicoria, rucola, scarola. La frutta va somministrata con moderazione in quanto contiene zuccheri; sono  concesse ogni tanto le bucce di mela.

Sono proibiti i seguenti alimenti:

  • latte
  • formaggio
  • pane
  • alimenti di origine animale
  • mangime
  • dolci

Consigliata la  somministrazione di osso di seppia come integratore di calcio.

Importante è anche lasciare a disposizione dell’acqua pulita da bere.

ALLEVAMENTO ALL’APERTO

Testudo hermanni essendo una specie autoctona, caratteristica del territorio europeo, necessita di essere allevata all’aperto. E’ opportuno costruire un recinto che scende sottoterra di almeno 20 cm, alto un metro ed esposto alla luce solare. All’interno è necessario seminare le suddette erbe di campo ed insalate e costruire uno o più rifugi per permettere alle tartarughe di ripararsi dal freddo e trovare ombra nelle giornate troppo calde. È consigliato piantare anche arbusti quali salvia e rosmarino che possano sempre funger da ripari per le tartarughe.

LETARGO IN GIARDINO

Le tartarughe hernanni, nei periodi invernali (da novembre ad aprile) vanno in letargo. Solo gli esemplari che abbiano compiuto almeno 2 anni possono andare in letargo (i soggetti giovani devono essere tenuti in casa al caldo in terrario). Tra fine ottobre e novembre scelgono il luogo più riparato (solitamente sotto cespugli) e con terreno morbido, per poter scavare ed interrarsi. In assenza di tale condizione, si consiglia di mettendo loro a disposizione una casetta in zona riparata con foglie o fieno. Quando verso fine marzo-inizio aprile si sveglieranno, può essere importante far fare loro un bagno di acqua tiepida così da poterle reidratare e ripulire; assicuratevi anche che riprendano a mangiare.

ALLEVAMENTO IN TERRARIO

Se non si ha a disposizione un giardino è possibile allevare Testudo hermanni all’interno di un terrario. E’ indispensabile un terrario di almeno 1,5 m di lunghezza, 1 metro di profondità e 50 cm di altezza. Questo dovrà essere dotato di una lampada UVB 5.0 con fotoperiodo di 10 ore. La temperatura di basking (punto più vicino alla lampada che l’animale riesce a raggiungere) deve essere intorno ai 35°C. La zona calda deve avere una temperatura intorno ai 28-30°C e la zona fredda (lontana dalla lampada) intorno ai 22-23°C. Durante la notte è sufficiente garantire una temperatura di 18°C. Il terrario deve essere dotato di una corretta areazione, le prese d’aria poste in alto devono essere in corrispondenza della zona calda, mentre quelle in basso devono essere in corrispondenza della zona fredda, in modo da permettere all’aria fredda di entrare dalle aperture più basse e a quella più calda di uscire da quelle più in alto, creando così una corrente che permetta un buon ricambio d’aria e che non favorisca la formazione di eccessiva umidità. Il terrario dovrà essere dotato di numerosi ripari / rifugi e di una ciotola per l’acqua alta circa 1-2 cm (per evitare che la tartaruga anneghi se vi entra).

Considerando che in casa in inverno di notte la temperatura difficilmente scende sotto i 15°, non andranno in letargo.

SALUTE

La corazza è molto importante per le tartarughe, questo scudo naturale e resistente può anch’esso mostrare i sintomi di malattie, ogni alterazione della normale forma indicherà un errata alimentazione e la presenza di assottigliamento o ammorbidimento sarà indice di poco calcio nella dieta dell’animale. In caso di macchie e lesioni queste potrebbero essere indice di infezione o funghi sulla corazza. In linea generale l’animale sano ha occhi vispi e ben aperti, carapace senza lesioni, appetito e si muove con disinvoltura. Attenzione… in caso di necessità non si ci può affidare ad un veterinario per cani e gatti ma bisogna riferirsi ad un veterinario esperto in esotici.